POESIE ANNI 85/90 - IL BROGLIACCIO DELL'IMBROGLIO

DAMA BAROCCA

10.10.2020 19:35
Vagando per archi se ne andava la dama barocca fino a sparirsi da noi in fondo all'ovale affumicato (sterpi bruciati, rosso negli occhi). Forse un sgarbo del sole o un tic della mente mentre di sotto e d'intorno l'acqua faceva tutto ciò che all'acqua si chiede in caso di pace: frangersi a...

PAOLO

10.10.2020 19:34
Paolo in colonna tu disponi i costi scritti di rosso. Croste acciambellate in ricci d'inchiostro e allontani i bocci di castagno di quelli che l'infanzia ci porta così ricca d'orchi e di babau che bisogna smuoverla di fretta per non finir succhiati dentro... ... ma già che ti piacerebbe...

ISTANTANEA

10.10.2020 19:32
... e lo sprazzo disprezzo di un roco citofono mette a posto le cose mentre un gatto verde (la bella immagine che mi compiace) scoppia tra scorze e cianfrusaglie.

SULLE ONDE DELLA MEMORIA

10.10.2020 19:27
Sulle onde della memoria mica ha un termine lo scoprire e uno di questi giorni pieni di gente e tram in ogni scomparto magari intrudi nuova la tua bocca, occhi, capelli e il resto e sarai l'Irene (oh!) dalle paglie bionde in grembo, o altra a porre quelle e pace intorno...

CINQUE FRAMMENTI

10.10.2020 19:12
I ...rapido s'insacca a picce a picce nella piazza occhialuta l'arancio tramonto che vien giù per Certosa Vialba Quarto Oggiaro. E tu che ti ingannava la gran rimbomba. Carla (oh!) ......   II Quando i cieli se ne stavano appesi sopra la maturità delle more e sull'orgoglio di tedesche...

LAURA

10.10.2020 19:08
Là dove il mondo si fa mare Amuleto scaccia noia t'accucci: Un gesto, là mano nella sacca, Rimanda allo stupore-bambino dell'attesa: Allora tu cali una stella contro il nero.

RITA

10.10.2020 19:06
Rita che dici dell'inciampo dello storno In pipe di nubi, striature? Tradisci sempre stupori d'infanzia Amuleto d'intelligenza nella sera ragazza.

ROBERTA

10.10.2020 19:03
Respiri accattivanti d'azzurro O la zampa da grifo del sole: Bene e belle come immagini... E tuttavia rimane il resto: Recite abusate di dejà vu Tra barocchi cavalieri accucciati Attendendo infine private tempeste.

A NADIA NEL GIORNO DEL SUO COMPLEANNO

10.10.2020 18:55
C'è  nel cielo una splendida luna e muove attorno, vaga mina per sé nuvolaglia: come voglia di dire e non dire un impudico lalà senza costrutto dello smaglio alto alle calze vicino al sesso o duna  da cui incauta e dolce-mente scivolò svagando bugie.

ARIANNA

10.10.2020 18:51
Arianna, che disturbo i tuoi vent'anni, gomitolo nel lampo lungo d'un treno verde tra il sole e il buio, dipani e poi disponi con la tenera ingenuità delle ciliegie profumi fin su a Colonia... ............................ Al mare, al mare ed armo i sogni in queste nebbie, per il riposo,...
1 | 2 >>